La pizzica di Parco Sempione

13. La pizzica di Parco Sempione

Nella prima inquadratura di questo video due grossi bicchieri di vino. Invece di prendersi una bella sbronza, pizzicarello e pizzicarella decidono di danzare (!) la pizzica di san Vito, sulla cui interpretazione musicale non mi esprimo perché qui ci occupiamo di danza, pero’ vorrei sottolineare che é eseguita con tanto di bongo…non siamo mica in Africa! Infatti siamo in Puglia e mentre pizzicarello e pizzicarella si arrotolano nei 20 foulard che hanno deciso di usare, dietro di loro piagono i trulli.

L’interpretazione di una specie di pizzica (che con quella di san Vito non ha nulla a che vedere) ammorba tutta la ripresa di bassa qualità.

Solitamente quando le danzatrici  girano su loro stesse mettono la testa all’indietro, questa qui invece la tiene piegata in avanti, privandoci purtroppo del piacere di vedere le sue espressioni tradizionali, ma sopratutto dando luogo ad una postura fisica davvero inverosimile. Intanto pizzicarello salta e gira, getta anche lui un po’ di foulard nell’aria…argh!

La regia amatoriale a cura della redazione di “Salento Lifestyle” si adatta al livello davvero basso di tutto cio’, ma c’é di peggio: se volete farvi davvero male date un’occhiata al live.

 


tarantelle avvelenate 2013 © riproduzione riservata

La TARANTA dell’abbruzzo

15. Salviamo il saltarello

Fioccano nell’email segnalazioni su gruppi abbruzzesi…Dovendo dar conto a tanto spassionato veleno, ho fatto un riassunto:

Roby Santini, autore del successo “LA SPOSA ME”, già recensito velenosamente (qui), ha realizzato un video ufficiale del pezzo, dove vediamo il nostro esprimersi in una serenata alla finestra della SPOSA (abbigliata da pizzicarella siciliana). Forse qualcuno avrebbe dovuto spiegare al regista Lorenzo D’amelio che le riprese in notturna vanno illuminate con luce artificiale, ma tant’è, meglio così, che si vedano poco le piroette – spagnoleggianti – della sposa-me e delle sue amiche. Questo video non è di alcun interesse, se non fosse che la canzone è IDENTICA  a quella interpretata da un altro gruppo abbruzzese, BANDA PIAZZOLA, che si chiama E’ BELLE L’ABBRUZZE ME.

Proposto come un video sul saltarello, invece ci sono i componenti del gruppo in un delirio grafico che credo di poter eleggere espressione massima del folk-kitch. Le due cantanti si esibiscono in qualche passetto compiaciuto di.. di.. Sul saltarello in questo video non c’è assolutamente nulla. E’ solo un rigurgito folk. Una delle cantanti somiglia anche a Gegia.

Non c’è nulla di pizzica nel live dedicato che vede addirittura le cantanti “ballare” e cantare in contemporanea, stroppiando alla men peggio anche il testo, come da migliore tradizione dei gruppi folk Ecco le prove

Tanta orrida fantasia potrebbe (quasi) far impallidire la puglia e la sua produzione in esubero di video di pizzicarelle  e tarantate varie.


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata

La tarantella aliena

08. La tarantella aliena

 

La sola apparizione di queste bambine con i tutù fluo costituisce l’effetto d’impatto che fa rabbrividire. La coreografia, montata sulla “tarantella napoletana” più nota al mondo, si risolve in una macarena spastica che vede le bambine muoversi impastate, in una insalata di gesti senza senso alcuno.

Questo video, scelto come punta di diamante della copiosa speculazione sulla tarantella & i bambini, dovrebbe dare luogo ad un’importante riflessione per le maestre di danza: se avete il desiderio di montare coreografie sulle tarantelle, forse dovreste studiarle un pò?

Nella speranza che la costumista sia daltonica e perciò abbia creato questo obrobrio al neon, non perdono invece chi si permette di svilire una danza così importante, a maggior ragione perchè si tratta di bambine.


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata

La TARANTA liscia

09. La pizzica liscia -la pizzica non é un ballo di gruppo

“Successo dell’estate 2009” di tale Roby Santini…una sottospecie di Raul Casadei in salsa abruzzese, propone una pizzica di gruppo (orrore) in questo video che comincia sottolineando balla che ti passa“.

Anche io sento la necessità di una premessa:

LA PIZZICA NON E’ UN BALLO DI GRUPPO!!!! SI BALLA IN CERCHIO E NON SCHIERATI!!!

Insieme ad un numero enorme di gente, c’è la SPOSA-ME abigliata da pizzicarella di origine spagnola, la quale passa metà della coreografia sventolando un ventaglio e ammiccando verso Roby. Quando Roby le offre un fazzoletto lei prontamente accetta, tra le lacrime e il riso isterico, tutt’intorno il plotone schierato esulta agitando i fazzolettoni rossi. Ed è il momento più intenso in questa noia totale. Grazie a questa pizzica di gruppo quello che ti doveva passare non ti passa, ti viene.

C’é di peggio. Ad esempio Fabio e i Monelli, questo gruppo anch’esso enorme, che ama ritrovarsi tra le vie del paese. I Monelli sono tanti, e sono tutte vestite come il puntale dell’albero di Natale, ecco come contaminare le tradizioni! Al puntale si ispirano anche i tacchi vertiginosi e sbrillucicosi che impediscono alle tapine qualsiasi movimento, al di fuori di qualche sciocco passettino con sbattuta di mani.

La conclusione a tutto cio’ é semplice: no ai balli di gruppo. Perché? Perché io preferisco la danza come atto di comunicazione e condivisione, non come movimento sterile e autoreferenziale.


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata

TARANTA

01. La pizzica all’erba

In questo video, oltre a noiosissimi minuti 25 di delirio del musicista, in cui espone idee arbitrarie su taranta e tarantismi vari, ci accorgiamo immediatamente che la danza è ridicola, patetica, eseguita da due tipe in pigiama che non posso annoverare nemmeno tra le danzatrici. Il tecnico luci, forse inconsapevole, andrebbe comunque denunciato.

C’é di peggio.  Un pirata ricoperto di strass, un ballerino sadomaso e la cantante vestita da minnie. Questa non e’ contaminazione, piuttosto comincio a credere che i componenti del gruppo siano contaminati da qualche strana forma di follia che ha poco a che vedere persino con i tarantismi fasulli evocati dal cantante.

Tutto trova una spiegazione nel “film”: EFFETTO PARADOSSO, in cui i nostri insieme allo stesso regista del loro splendido video ufficiale, ci racconteranno una imperdibile storia di un’erba magica e misteriose coincidenze: ora è chiaro da dove viene tutta quest’ispirazione! Questa non é Taranta…

NB:  la Taranta. ovvero Pizzica, la tarantella pugliese legata al fenomeno del tarantismo. Taranta é il nome del ragno e non indica purtroppo nessuna danza tradizionale.


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata

Tarantavip in Trip

04. Vip in Trip, Emma e Alessandra all’Arena di Verona

La presentazione disgustosa, peggio ancora la performance delle due ex concorrenti di Amici, star che possono permettersi un concerto nientepopodimeno che nell’arena di Verona, dove hanno invitato l’Ensemble dei danzatori e danzatrici della notte della taranta (ai quali per questa volta va tutta la mia solidarietà.) Mentre penso che Maria Callas si rivolta nella tomba, mi rendo conto che una (Emma o Alessandra?!) ha bisogno di un ortopedico per la schiena, compromessa anche dai tacchi stile lady gaga. L’altra ha invece bisogno – subito – di una spalla su cui piangere.

Alessandra e Emma: già cantate in maniera discutibile…

Emma ha fatto anche di peggio, ecco le prove


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata

TARANTA II

14. La pizzica di Barbie

Il ballo di san Vito – la saga, ovvero: Vinicio Capossela non voleva fare niente di male, lui di canzone ne ha scritta una

VOLUME PRIMO

Una bionda, sembra ubriaca, comincia a “tarantarsi”, una bruna le gira intorno preoccupata, con un tamburello. Dopo essersi dimenata e arrotolata-per quattro-cinque volte- in un grosso lenzuolo bianco colpo di scena, la bruna diventa cattiva (?), nasce una rissa lesbo tra la taranta (la bruna) e la tarantata (la bionda). Aiuto……e non è finita qui!

 

VOLUME SECONDO  

Il bassista (con l’espressione di RAY MAN) afferra la bravissima ballerina per le braccia, la sbatte un pò quasi fosse un sacco, si allontana allibito, lei cerca di lanciarsi dal palco, mentre la taranta osserva seduta e\o gridando.

 

VOLUME III ed ultimo (per adesso) 

I musicisti depongono la bionda sul palco, peripezie della taranta e la famosa pizzica della mutanda. La bravissima danzatrice condivide con il pubblico i segreti della sua biancheria intima. Inoltre, grazie alle numerose fotografie, si nota la somiglianza impressionante tra la bionda e barbie. Ecco spiegata la ricetta che merita 16000 visualizzazioni sul tube e tutti questi bravissima. Non certo i miei, che a causa della Saga ho sviluppato la psioriasi.


 

tarantelle avvelenate 2012 © riproduzione riservata